2020
19

Fomet, fertilizzazione in viticoltura per il post raccolta

L'azienda ha sviluppato due formulati per la gestione del suolo inerbito e/o delle problematiche dovute alla "stanchezza" del terreno: Orosoil e Starsoil

Fomet, fertilizzazione in viticoltura per il post raccolta - le news di Fertilgest sui fertilizzanti

L'obiettivo è sviluppare l'attività microbiologica in terreni viticoli difficili

Il periodo post-vendemmia è un momento chiave per agire sulla fertilità del suolo in vigneto, i cui problemi sono legati spesso alla carenza di sostanza organica, alla eccessiva ossidazione in superficie, alla scarsa attività biologica, al compattamento. E' inoltre fondamentale integrare al più presto le asportazioni di elementi nutrizionali avvenute con la vendemmia in modo tale da garantire una partenza migliore la stagione successiva.


Concimazione di fondo

Per i suoli vitati le soluzioni percorribili sono molteplici, ma si vuole porre l'attenzione su due nuovi formulati per la gestione del suolo inerbito e/o delle problematiche dovute alla "stanchezza" del terreno che Fomet Spa ha sviluppato.
Si tratta di Orosoil® formulato con base organica selezionata di origine esclusivamente vegetale e/o in alternativa Starsoil® con base organica mista tra vegetale selezionato e letami animali umificati. In entrambi i casi, durante il processo di formulazione prima della pellettatura, vengono addizionate micorrize e inoculato un pool selezionato di microrganismi (tra cui Trichoderma).
L'obiettivo finale è sviluppare l'attività microbiologica in terreni viticoli difficili, "freddi", anche diserbati da anni, al fine di rigenerarli. O intervenire in occasione di nuovi impianti a seguito di scasso e riporto di terreni la cui fertilità deve essere riattivata.

Per i due prodotti l'inoculo è pari allo 0,2% di micorrize in termini di peso, espresso in etichetta della confezione pari a 2x104 CFU/kg di prodotto tal quale e 1% di Trichoderma sempre in termini di peso, espresso in etichetta della confezione pari a 1x108CFU/kg di prodotto tal quale; valori tra i più elevati che si possano riscontrare sul mercato per queste tipologie di fertilizzanti. Questa operazione avviene in "cumuli madre" che successivamente vengono a loro volta miscelati in cumuli di maggiori dimensioni al fine di ottenere la produzione industriale necessaria a soddisfare la richiesta di uso in campo (fig. 1).
 
Cumuli madri
Fig. 1) Cumuli "madre" di matrici organiche umificate di Orosoil® e Starsoil® con inoculi di microrganismi e micorrize (fonte: Center of Plant Nutrition di Fomet spa) e "conta analitica" delle colonie formanti (fonte: FometL@b)

Il tutto si completa con i contenuti nutrizionali tipici delle matrici organiche utilizzate, con apporto di azoto (N), fosforo (P2O5), potassio (K2O), carbonio (C) e l'insieme dei microelementi contenuti in modo naturale. Così pure il valore di pH è in linea con la neutralità, conforme alle necessità della coltura vitata.

I dosaggi consigliati vanno verificati nella realtà specifica di lavoro, in base alla conoscenza di un'analisi del terreno nei suoi parametri principali. In linea di massima si indica tra i 1.000 e 2.000 kg per ettaro con distribuzione a piena fila mentre si può scendere tra gli 800 e i 1.000 kg se localizzato sulla fila.

I due prodotti indicati sono impiegabili anche con distribuzione "in buca" al momento del trapianto, per stimolare una maggiore radicazione, con formazione di peli radicali ad alta efficienza assorbente. La miscelazione può avvenire in ragione del 20% in peso con eventuali terricci a prevalenza torbosa, oppure (in particolare per Orosoil®) con distribuzione in buca pari a 40-60 gr/buca, rimescolato al terreno.
Le chiare evidenze fotografiche (fig. 2) dimostrano un più ampio sviluppo dell'apparato radicale nel suo complesso rispetto ad un "Test non trattato" che determina una maggiore resistenza della barbatella alla carenza di acqua nel terreno ed una maggiore assimilazione di elementi nutrizionali.
 
Barbatelle di Merlot
Fig. 2) CFPN – Center for Plant Nutrition di Fomet spa: rilievo barbatelle di Merlot dopo 90 gg in vaso con substrato in miscela al 20% di Starsoil® ed Orosoil® per studio sviluppo radice


Integrazione per via fogliare

Per quanto riguarda una possibile concimazione fogliare durante la stagione autunnale, appena terminata la raccolta si consiglia di intervenire con un prodotto come Vertyplus® alla dose di 2 Kg/ha per apportare tutti i microelementi che la pianta ha perso durante la raccolta. Prima della caduta foglie, i fotostintati (amidi, zuccheri, grassi oltre agli elementi nutrizionali) vengono traslocati nel legno per essere disponibili alla partenza della stagione successiva.

Intervenire con un prodotto contente ferro, manganese, boro, zinco, molibdeno più il mesoelemento magnesio, prima della senescenza fogliare permette di avere una pianta che in primavera riparte con meno ingiallimenti e fenomeni di carenza che possono essere presenti anche prima della loro manifestazione.
 
Per ulteriori informazioni sulle proposte tecniche di Fomet spa in viticoltura, è consultabile il sito web.

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fertilgest nella settimana precedente

Fertilgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)