2002
19

ENTRO QUEST'ANNO PARTIRA' L'AUTORITA' EUROPEA PER LA SICUREZZA ALIMENTARE

Legislazione alimentare

È quanto ha dichiarato il commissario Byrne, che ha fatto della tutela della sicurezza alimentare uno dei principali obiettivi del suo mandato.
L'ente, istituito all'inizio del 2002 (
GU L31 del 1° febbraio 2002), ha come compiti istituzionali la consulenza scientifica e l'assistenza tecnica per la normativa per le politiche comunitarie inerenti direttamente o indirettamente la sicurezza degli alimenti e dei mangimi.
Sull'onda del fenomeno "mucca pazza", quest'autorità, raggruppando tutte le competenze specifiche nei settori inerenti la sicurezza alimentare, dovrebbe essere in grado di assicurare quel coordinamento e quella rapidità ed efficacia necessarie per scongiurare analoghe problematiche future.
L'organizzazione è piuttosto "importante": un consiglio di amministrazione, un direttore esecutivo con relativo personale, un foro consultivo, un comitato scientifico e gruppi di esperti scientifici.
Il Consiglio di amministrazione sarà composto da 14 membri nominati dal consiglio scegliendoli da una lista di 30.
Il direttore esecutivo sarà nominato dal consiglio di amministrazione e avrà il compito di attuare i programmi di lavoro e le decisioni del consiglio. Il foro consultivo è invece costituito dai rappresentanti delle analoghe autorità operanti nei singoli stati membri, e rappresenta un importante organo di scambio di informazioni.
Il comitato scientifico e i gruppi di esperti scientifici ha il compito di formulare i pareri scientifici sui vari argomenti di pertinenza, suddivisi tra:
additivi alimentari, aromatizzanti, coadiuvanti tecnologici e materiali a contatto con gli alimenti;
additivi per mangimi;
salute delle piante, prodotti fitosanitari e loro residui;
organismi geneticamente modificati;
prodotti dietetici, alimentazione, allergie;
pericoli biologici;
contaminanti nella catena alimentare;
salute e benessere degli animali.
L'autorità, per poter correttamente fornire pareri scientifici sulle materie di propria pertinenza, potrà anche commissionare l'effettuazione di studi scientifici ad hoc, qualora essi non facciano già parte dei programmi di ricerca dei singoli stati membri.
I suoi pareri scientifici saranno indispensabili per il proseguimento dell'iter registrativo europeo dei prodotti fitosanitari, come lo sono spesso stati quelli del comitato scientifico della salute delle piante, che viene soppresso.
Le sfide che questa autorità dovrà vincere sono diverse, per prima quella di integrarsi bene con le altre strutture comunitarie e con le amministrazioni degli Paesi membri e soprattutto far rendere al meglio le ingenti risorse economiche che saranno necessarie per il suo mantenimento e funzionamento.

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fertilgest nella settimana precedente

Fertilgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)