Biostimolanti
Pubblicazioni scientifiche

Aspetti agronomici legati all'impiego di un biostimolante a base di idrolizzato proteico in orticoltura
Giornate tecniche SOI: Biostimolanti, corroboranti, induttori di resistenza e micronutrienti nelle colture ortoflorofrutticole (2014)

Il biostimolante commerciale ‘Trainer’ (Italpollina S.p.A., Rivoli Veronese), a base di idrolizzato proteico di origine vegetale, è stato utilizzato in numerose prove sperimentali per valutarne l’effetto sull’assorbimento e l’assimilazione dei nutrienti e sulla tolleranza a stress abiotici (salinità).
Le prove sono state condotte prevedendo applicazioni radicali o fogliari dell’idrolizzato. Dai risultati è emerso che entrambi i tipi di applicazione del biostimolante migliorano l’assorbimento dei nutrienti, anche per un incremento significativo dell’azione rizogena. Inoltre è aumentata la tolleranza a condizioni di stress salino con un maggiore contenuto di azoto e di clorofilla nelle foglie, una più elevata attività fotosintetica e con l’attivazione dei meccanismi di difesa della pianta agli stress ossidativi.

Oltre alle prove su lattughino (baby leaf) e lattuga, sono stati registrati i risultati anche relativamente alla coltura del pomodoro di cui alle righe seguenti.

Obiettivo
Verificare l’attività auxino-simile del Trainer mediante una prova di stimolazione della rizogenesi in talee di pomodoro.

Materiali e metodi
Piantine di pomodoro cultivar Bengodi allo stadio di 3-4 foglie vere sono state tagliate al colletto. Subito dopo il taglio la base delle talee è stata immersa per 5 minuti in acqua o in una soluzione contenente Trainer alla concentrazione di 6 ml/L. Le talee sono state quindi piantate in contenitori in PVC trasparente riempiti con uno strato di 5 cm di perlite e mantenute in camera di crescita a temperature di 24°C, umidità relative del 100% e fotoperiodo di 12 h di luce e 12 ore di buio. L’intensità del PAR è stata di 300umol/cm2 s. Al termine della prova è stata misurata la biomassa radicale e gli indici di crescita radicale mediante il sistema di analisi delle immagini WinRhizo Pro.

Risultati
Le talee di pomodoro trattate con Trainer hanno evidenziato dopo una settimana dal trattamento un maggior sviluppo dell’apparato radicale in termini di biomassa, lunghezza e superficie radicale.


Pubblicazione scientifica collegata a:
Italpollina

Trainer

Autori
  • Colla Giuseppe

    Università degli Studi della Tuscia - Facoltà di Agraria - Department of Science and Technology for Agriculture, Forestry, Nature and Energy (DAFNE)

  • Rouphael Youssef

    Università degli Studi di Napoli Federico II
    Università degli Studi di Napoli Federico II :: Facoltà di Agraria
    Università degli Studi di Napoli Federico II

Leggi la pubblicazione online

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Fertilgest nella settimana precedente

Fertilgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)